Search

Top&Flop Bologna Lazio: Correa sei il mio lunedì

Dopo una lunghissima polemica sui tortellini al pollo, é evidente che sopra Bologna gravi la maledizione del Dio Po, che tra tutti decide di accanirsi contro Correa. Che proprio nel Po manda l’unico pallone capace di farci entrare di diritto nel girone dei Sacramentatori, tra toscani, lo zio ubriacone e il nonno quando prende con il mignolo lo spigolo. E pure quando non lo prende.

Top

Immobile sa solo segnare – E giocare alla Play divinamente. N’omo da sposá.

Correa prima del 95′ – Non je la levi nemmeno se gli meni. Gli meni. Gli meni.

Leiva, finalmente – Veramente questa cosa che l’ignoranza degli interventi di Leiva non venisse mai punita cominciava a scocciare. Lo rendeva quasi nervoso: come si fa a non riconoscere l’arte di un piede a martello? Che cosa deve fare un artista per essere compreso davvero? Con tutti questi grandi dubbi esce dal campo un po’ sollevato un po’ incazzat#. Si risparmia la bile del finale.

Flop

Gli occhi del Tucu – Alzi la mano chi non lo aveva già capito e sperava solo di essere smentito!

Gli occhi del Tucu – Manco noi prima del primo bacio avevamo quello sguardo.

Gli occhi del Tucu – Bambi dopo quel noto fatto che ci ha traviato l’infanzia era meno impaurito.

Noi dopo il Tucu – Come Immobile dopo una sostituzione.

Noi dopo il Tucu – E poi il lunedì e poi questo lunedì con il cielo scuro e poi ma ti rendi conto che per due settimane ce tocca pensa a quanto te la sei fatta addosso?

Inzaghi originale dopo il Tucu – “I rigori li sbaglia chi li calcia”. Ah, dai?

Noi dopo il Tucu – Come Fonseca dopo Roma-Cagliari

Noi dopo il Tucu – Abbattuti come Pisacane.

Noi dopo il Tucu – Ma non se può chiede l’errore tecnico e invalidare la gara e rigiocarla? Cit.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close