Search

Pagelle Udinese-Lazio 1-1

Incredibilmente l’Udinese non segna all’ultimo minuto, è valida questa partita?

STRAKOSHA 6.5 – Praticamente inoperoso per gran parte della partita, decide di farci presagire quali saranno i minuti finali consigliandoci caldamente una chiamatina in cardiologia. Stranamente nè il rilancio sbilenco nè il tiro non trattenuto si tramutano in gol dell’Udinese, e il bacio alla traversa stasera è d’obbligo. FORTUNELLO

MARUSIC 6 – Quando cresce la Lazio cresce anche lui, dominando sulla fascia e proponendosi con continuità in avanti. Poi nel finale non ne ha proprio più e non riesce a correre causando la sofferenza di tutta la squadra. AUTONOMIA LIMITATA

LUIZ FELIPE 6 – Dopo giovedì sera avevamo molte paure legate al suo concetto di marcatura applicato ad un velocissimo Beto, ma i fatti gli danno ragione perchè il numero 9 non segna. HA SEGNATO UN ALTRO PERÒ

PATRIC 9 – Un voto in meno del solito perchè non abbiamo vinto. MA CON LUI NON POSSIAMO PERDERE

HYSAJ 5 – Magnifico il movimento con cui libera l’attaccante davanti al portiere, con l’unico problema che l’attaccante era quello avversario. Prova a riscattarsi con un lancio magnifico per Milinkovic che rimane completamente sconvolto da questa mossa e controlla male. MOSSA A SORPRESA

MILINKOVIC-SAVIC 6.5 – Cresce con il passare dei minuti e cerca di caricarsi la squadra sulle spalle dallo svantaggio in poi. In parte ci riesce, soprattutto nel secondo tempo dove fa quello che vuole, anche sulla fascia, ma poi crolla nel finale dimostrando che anche lui sembra essere umano. NON PUÒ ESSERE VERO

CATALDI 6 – Con lui la squadra gira che è una meraviglia, tutti i tempi di gioco sono mantenuti alla perfezione e tutti sanno sempre di potergli affidare la palla. Mezzo voto in meno però perchè in una partita in cui gli avversari legnano come fabbri sarebbe servito fare un po’ come Leiva e collezionare qualche tibia. COM’È UMANO LEI

BASIC 5.5 – Si sa che nel calcio si hanno maggiori possibilità di segnare se si prendono gli avversari di sorpresa: forse è per questo che sui calci piazzati lui, che è alto un buon metro e novanta circa insomma non siamo così tanto informati, non va a saltare. MAH

(Dal 78° A. ANDERSON s.v. – Il baffo più bello del mondo si appresta a far impazzire tutto il nord-est, era troppo impegnato per poter incidere in qualche modo sulla partita. PRIORITÀ)

PEDRO 5.5 – Vabbe Pedrito hai una certa età lo sappiamo, ma se non avevi voglia di giocare bastava dirlo prima e non ti giudicavamo, non che fai ste scene e giochi solo per qualche minuto. DECIMO A CALCETTO

(Dal 23° CABRAL 6.5 – Debutto in campionato, anzi, praticamente un debutto dopo gli scampoli di minuti con il Porto. E siamo già sorpresi di vedere un giocatore che ha qualità, si muove bene per il campo, difende palla, si propone, offre spunti interessanti per i compagni. Insomma, tutto quello che non vedevamo dal precedente vice-Immobile. CHE PERÒ HA ANCORA SEGNATO)

F. ANDERSON 7 – Sembra una solita partita alla Pipe in cui sta dormendo è tardi chi ha voglia di correre ma figurati, poi all’improvviso la conversione sulla via di Damasco quando si sposta a destra. Salta tutti, segna un gol da rapace d’area, torna in difesa facendo un salvataggio fondamentale, corre fino al 93°. BENTORNATO

ZACCAGNI 7 – Come sia possibile che Becao abbia finito la partita senza nemmeno un cartellino è un qualcosa che le migliore menti del globo terracqueo devono spiegarci. Mattia fa quello che vuole, prendendo una quantità di legnate clamorose, ma già che si mette lì a fare un assist per non perdere il ritmo. NON È CHE SI SEGNA SEMPRE EH

SARRI 7 – Sta diventando sempre di più la sua Lazio, e lo si vede ogni partita che passa. Nella trama di gioco, nei movimenti, ma adesso (a quanto sembra) nel carattere e nella concentrazione: in emergenza totale, con 4 titolari e una panchina decimata, alla terza gara, quella che di solito non giochiamo, in una settimana, esce fuori da un campo ostico con un punto d’oro che ci andrebbe anche stretto per come la Lazio ha controllato il gioco nel secondo tempo. IL CAMMINO È TRACCIATO

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close