Search

Pagelle Torino-Lazio 1-2

Il nostro è un sogno che non ha voglia di arrendersi, neanche quando è stanco e poco ispirato. Torino-Lazio ce la portiamo a casa noi, semplicemente perché sì.

Strakosha 6 – Il rigore di Belotti lo spiazza. Per il resto, è l’unico spettatore dello stadio a porte chiuse. ABBONATO

Patric 6,5 – Solita buona volontà, tanta buona volontà. Un po’ più di confusione del solito, non però ai livelli delle falciate in area di rigore al 95′. TI PARE POCO?

Dal 90′ Bastos NG – Tocca sì e no un pallone e tanto ci basta. CONTINUA COSI’

Acerbi 6 – Meno lucido rispetto alle altre uscite, gli straordinari per la mancanza di Leiva si fanno sentire. Quando c’è da buttarsi a pesce per salvare capra e cavoli però lui c’è sempre. MURO UMANO

Radu 6,5 – E’ quell’amico che, vada come vada, quando lo chiami e hai bisogno c’è. C’è sempre. CERTEZZA

Lazzari 7 – Spinge come un matto dall’inizio alla fine, una macchina da cross. Sempre tra i più intraprendenti. CIUF CIUF

Dal 90′ D. Anderson NG – Rischia di segnare nei 30 secondi di gioco che gli vengono concessi, ma c’è un limite anche alla magia a quanto pare. NOT TODAY

Milinkovic-Savic 7 – A quindici secondi dall’inizio della partita stabilisce il record per la capocciata più veloce stendendo Ola Aina. La classe c’è e si vede, la serbiaggine pure non manca. COATTO DELL’EST

Parolo 7 – In un match in cui non si era messo particolarmente in mostra – anzi, aveva combinato la frittata – cresce con il passare dei minuti e trova un gol parolesco che decide la partita. NIENTE MALE PER UN VECCHIETTO

Luis Alberto 7 – Soffre nel primo tempo l’umore generale della squadra, nella ripresa tira fuori l’argenteria e imbandisce la tavola laziale. CAPOSALA

Jony 6,5 – Si stava meritando dei complimenti, la cosa lo fa emozionare e ogni tanto si dimentica inspiegabilmente il pallone. E Farris lo leva. SEGATO

Dal 59′ Lukaku 6,5 – Il gol di Parolo nasce anche da una sua iniziativa. Quando non gli si dà palla tra i piedi sembra proprio un giocatore di pallone. VALIDO

Caicedo 5,5 – Non riesce più a farsi vedere bene come faceva prima dello stop. Eppure è così grosso. FOSCHIA

Dal 59′ Correa 6 – Il guizzo c’è, ma non è vincente. Trovasse quello che serve che contro il Milan gioca da solo. SENZA PRESSIONE

Immobile 6,5 – Ci fa sudare tanto ma poi la mette dentro con una svirgolata lenta ma più ineluttabile di Thanos. Alla fine della partita è lui quello sudato tanto. APPASSIONATO

Farris 6,5 – Bravo a non perdere gli appunti di Inzaghi. Scherzi a parte, è bravo davvero, ma quando hai in tribuna un pazzo che continua a urlare TUCUUUUUUU nel silenzio totale non è facile uscire dall’ombra. DAJE MAX

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close