Search

Pagelle Salernitana-Lazio 0-3

Un’ottima partitella in famiglia per fare una bella sgambata e trovare una comoda vittoria

STRAKOSHA s.v. – Sembra di essere tornati con il precedente allenatore. NON RICORDIAMO PARATE

HYSAJ 6 – Senza infamia, senza lode, senza momenti particolari, senza particolari spinte sulla fascia, senza ricordi particolari di questa partita. Senza spunti nemmeno per le nostre pagelle. DISOCCUPATI

LUIZ FELIPE 7 – Vuole dimostrare a tutto il mondo calcistico che ha fatto bene a insospettirsi sull’affaire Gondo quest’estate: è un tale fenomeno che va trebbiato ovunque, anche a 50 metri dalla porta. GIOCO CONTRO I FENOMENI

(Dall’83° VAVRO 10 – Con lui in campo la Lazio non subisce mai gol. Ovunque proteggici. MA CHE DISASTRO IO MI MALEDICOOOOO)

PATRIC 10 – Con te in campo è sempre bello. COEZ

MARUSIC 6.5 – Giornata tranquillissima per il Re, decide di prendere un po’ di riposo e lasciare divertire anche i suoi sudditi. MAGNANIMO

(Dal 58° LAZZARI 7.5 – Entra e segna il gol che chiude definitivamente una partita tiratissima bloccatissima e sudatissim…ah no, dettagli, ma ci sta sempre un gol di Manuel, che dedichiamo con molto affetto, al Lazio Twitter. COME HA FATTO LUI CON L’ESULTANZA)

MILINKOVIC-SAVIC 9 – Giocatore TOTALE. Va bene che l’avversario era quello che era, ma fa quello che vuole quando vuole. L’assist sul primo gol è qualcosa da incorniciare e far vedere a chiunque per farlo innamorare di questo sport. E pure di lui. SERGIO DOMINACI TUTTI

CATALDI 2 – Come si permette Danilo di anticipare l’avversario, beccati sto giallo così impari, e salti pure la prossima. MALEDUCATO

(Dal 58° LEIVA 7 – Facciamo vedere a quelli della Salernitana come si fa a dare legnate, va là. PIVELLI)

LUIS ALBERTO 9 – Votone assurdo non per altro, ma perchè riesce nell’incredibile impresa di non impazzire e non farsi ammonire per il rigore clamoroso che non ci danno negli ultimi minuti. Ci stavamo già immaginando Luis dichiarare guerra e invadere l’intera cittadinanza di Salerno. MATURO

PEDRO 6.5 – Anche voi, fate giocare un anziano con questo freddo lo lasciate così fuori ma tenetelo al caldo, ma veramente non c’è più rispetto per l’età. GIOVINASTRI

(Dal 40° ANDERSON 6.5 – Entra tardi in campo perchè si mette a guardarla su DAZN dall’inizio. Poi si inventa un filtrante magnifico per far segnare Lazzari, per dimostrare che è ancora capace di miracoli. DATEGLI UNA BOTTIGLIA D’ACQUA)

IMMOBILE 8 – Non abbiamo più parole per descriverti. Evidentemente ricordava a Belec qualcuno che lo picchiava da piccolo, vista l’ostinazione con cui il portiere avversario gli nega costantemente la tripletta: no Ciro, niente pallone da portare a casa. MO STO PALLONE TE LO BUCO

ZACCAGNI 6.5 – Sfiora il gol di testa che evidentemente non è la sua specialità. NON TUTTI SONO MURIQI

(Dall’83° ROMERO 10 – A 17 anni entra in campo con la maglia della Lazio, sembra un piccolo Messi, cerca il gol dal limite alla Maurito: praticamente è la fusione degli argentini migliori di sempre. OK MA ORA TORNA A SCUOLA)

SARRI 8 – Prestazione assolutamente convincente, anche se l’avversario non era dei più probanti, ma il Sarrismo sta finalmente arrivando, si riconosce la mano dell’allenatore nelle trame offensive. E con quei cambi ci ha definitivamente conquistato. MITT A ROMERO

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close