Search

Pagelle Lazio-Udinese 3-0

La sesta vittoria consecutiva garantisce ai biancocelesti di consolidare il proprio terzo posto e di ricevere in premio l’orsacchiotto – quello bello grande – al tiro a segno della Serie A. Per la settima ci saranno in palio i Nutella Biscuits, ma tra loro e la squadra di Inzaghi si frapporrà la Juventus. Infami. Nel frattempo leggiamoci le pagelle di Lazio-Udinese, va.

Strakosha 6 – Non ricordiamo sue parate è vero, ma quando la palla sfila a lato si tuffa con la freschezza di un ottantenne sotto antibiotici. Perché? MOVIOLA

Luiz Felipe 6 – Oggi è finalmente in palla, nel senso che si sballotta da destra a sinistra come fosse indemoniato. Vuole farsi vedere, Patric lo ha messo in difficoltà. Il suo infortunio doveva fornirgli una seconda chance. Tenta di impostare, avanza palla al piede, cerca il tiro. MA DI GABARRÒN CE N’È SOLO UNO

Acerbi 6 – Ormai si trovava talmente a proprio agio sul centrosinistra che anche da centrale avanza fino all’area di rigore avversaria almeno un centinaio di volte. Tanto che a una certa chiede di scambiarsi di ruolo con Immobile, neanche fosse al campetto. DAI IN ATTACCO GIOCHI SEMPRE TU CIRO

Radu 6 – Rientro morbido per il capitano non capitano. Gioca in ciabatte e nessuno se ne accorge. Tra lui e Lulic la fascia sinistra vanta ben 66 anni di pura lazialità, e artrosi. Quota 100 si avvicina, ma guai a ricordarglielo. VECCHIO COL COLTELLO

Lazzari 7 – Se al posto della classifica marcatori esistesse la classifica corridori + crossatori Lazzari sarebbe il Ciro Immobile della Serie A. In settimana gli hanno fatto il classico scherzone di compleanno, uova e farina in faccia. MA SIAMO PROPRIO SICURI FOSSE FARINA?

Milinkovic 7 – Dominante, prorompente, prepotente e circa un altro centinaia di avverbi dal significato pressoché identico. Un riassunto? MILINKOCRATICO

Leiva 7 – Oggi più in forma rispetto alle ultime uscite. Fa legna ma non disdegna in qualità, in pratica è un’IKEA che ci ha creduto fino in fondo. E che oggi fa saltare tibie e peroni come se non esistesse altra ragione di vita al mondo. Ha senso? Ha senso. IL COLLEZIONISTA D’OSSA

Dal 75′ Cataldi s.v. – Entra col bandierone e già pronto a intonare I giardini di marzo. DANILO BATTISTI

Luis Alberto 7,5 – Le parole non possono bastare. Andate su DAZN, riguardatevi il suo primo tempo e piangete per la commozione. Anche perché ha segnato il rigore che gli ha lasciato Immobile quando tutti pensavamo: “Lo sbaglia, lo sbaglia”. I più grandi, vedi Baggio o Caicedo, sono sempre stati sfortunati dal dischetto. E INVECE L’HA MESSO

Dal 79′ Andrè Anderson s.v. – Ha dimostrato di assomigliare a Hernanes. Esteticamente. FACCI VEDERE QUALCHE CAPRIOLA

Lulic 6 – Quando dialoga con Luis Alberto sembra un verginello alle prese con una top model: felicemente inadeguato. Svirgola l’impossibile, sbaglia appoggi che noi umani non possiamo neanche immaginare. Oggi non corre nemmeno, cammina e ne è fiero. INSEGNACI A GIOCARE IN SERIE A SENAD

Dal 64′ Jony s.v. – Ok che la partita finisce al 45′, ma non riuscire a dargli un voto dopo 30 minuti più recupero in campo è una cosa grave. Comunque noi crediamo ancora in te. Forse. ERA QUASI MAGIA

Correa 6,5 – Dorme per mezzora, poi decide di giocare a calcio e si guadagna due rigori in 30 secondi. Poi torna a dormire. Si sveglia quando gli va. NARCOLETTICO

Immobile 17 – È il suo numero. Sono i suoi gol in Serie A al 1° dicembre, dopo 14 giornate. È tornato, e ci fa godere come ricci. CAPOCANNONIERE ASSOLUTO

Inzaghi 7 – Era una partita trappola, la sua Lazio l’ha disinnescata in 45 minuti. La dormita dopo l’1-0 non lo lascerà tranquillo, ma il mister – così come la squadra – sembra tornato quello di due anni fa. Un trascinatore, fratello maggiore del suo gruppo. Portaci in alto. ORA TI RICONOSCO

Menzione speciale per Becao 7,5 – Dopo essere riuscito nell’impresa di vincere la Falafel Cup, oggi protesta per aver subito una spinta nucleare in occasione del primo gol. Una manata così forte da invertire le leggi della fisica e farlo cadere all’indietro. BEH, OK.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close