Search

Pagelle Lazio-Milan 3-0

“Milan più forte di tutti, tranne dell’Inter!”
Te lo ripetiamo sempre, però non stanca mai: i punti Pioli, i punti!

REINA 6.5 – Fare peggio di Napoli era impossibile, e incredibilmente Pepe non ci sorprende: para tutto. Senza fare niente di clamoroso però, anche perchè aveva installato l’idea nei suoi ex compagni di squadra che con lui bastava tirare a caso in porta per segnare: gli altri ci credono, e finiscono per tirare malissimo davanti a lui. Giovedì sera era una strategia a lungo termine. STRATEGA

MARUSIC 7.5 – Lo ripetiamo: avesse giocato una ventina d’anni fa, nessuno avrebbe mai sentito parlare di un tale Alessandro Nesta. Decisivo anche in attacco quando ci vuole il suo apporto per abbattere la sfiga che attanaglia Immobile. PIÚ FORTE DI TUTTO

ACERBI 7 – Ace è talmente forte, talmente insormontabile che riesce in un’impresa pazzesca: giocare per 70 minuti con un giallo senza farsi sostituire. FENOMENO

RADU 7 – Qualsiasi cosa abbia fatto in questo anno e mezzo, ditecela. Perchè ha decisamente trovato l’elisir dell’eterna giovinezza. ALCHIMISTA

LAZZARI 6.5 – Bel duello sulla fascia contro Theo Hernandez, che pare sia uno dei pochi a riuscire a contenerlo. Pare. Perchè Manu semplicemente lo asfalta, come asfalta chiunque sia sulla sua corsia. Talmente veloce che solo l’autovelox gli toglie il gol del momentaneo raddoppio, annullato solo perchè il Tucu lo aveva contro al Fanta. VESSATO

MILINKOVIC-SAVIC 7 – Si mette in tasca tutto il centrocampo avversario, anche tale “Presidente” Kessie che doveva essere il centrocampista più forte del mondo della galassia della Serie A. Prova a fare lo stesso anche con il portiere avversario, ma no, pare sia una cosa brutta da fare. Anche se sei il dominatore di tutto. TIRANNO DEL MONDO

LEIVA 8 – Si riscatta dalla gara opaca di Napoli con una prestazione MONUMENTALE. Se è un giocatore finito, figuriamoci come sarebbe stato nel pieno vigore della gioventù. Imbruttisce subito Orsato con una legnata meravigliosa nel primo tempo, tanto che l’arbitro si impaurisce e non gli fischia nessun fallo. Soprattutto quello decisivo. TERRORE

(Dall’87° CATALDI s.v. – Partita già chiusa, non c’era bisogno del suo terzo gol nel finale. INUTILE)

LUIS ALBERTO 6.5 – La cosa incredibile è che ancora non abbia realizzato nessun assist, ma evidentemente è il destino cinico e baro che lo boicotta stampando sul palo il pallone al bacio che aveva dato a Ciro. AVVERSO

(Dall’87° AKPA-AKPRO 1.5 – Ci ha profondamente deluso: non riesce nell’impresa di prendere il suo solito giallo. FERMATE TUTTO)

LULIC 7.5 – Lo aspettavamo da 14 mesi. Finalmente, al decimo minuto, rieccolo: il suo rientro sul destro. Quello che ci voleva per farci rivivere la normalità, e indirizzare la partita. Dopo 10 anni, la sua finta continua a fare vittime. MA MAI COME IN UN CERTO GIORNO

(Dal 67° FARES 5.5 – Talmente confuso sulla pronuncia del suo cognome che entra in crisi di identità e non sa più chi è. CONFUSO)

CORREA 9 – La fine del mondo è davvero vicina. Abbiamo paura di che cosa si possa scatenare adesso, dopo un anno di pandemia. Ora scusate, abbandono queste pagelle perchè mi ha appena chiamato Margot Robbie dicendo che sono l’umico uomo con cui vuole dormire stanotte. Sembra impossibile, ma lo è meno della doppietta del Tucu. IL MONDO ALLA ROVESCIA

(Dal 75° PEREIRA 6 – Finalmente ritorna a giocare le partite che sa: quelle che durano 15 minuti. PIÚ RECUPERO)

IMMOBILE 7.5 – Un giocatore straordinario, che mette sempre l’anima in campo: dopo 100 secondi spiana la strada per il Tucu che indirizza la partita, poi cerca il gol per confermare di essersi ritrovato. Il palo gli nega un gol strepitoso, si rifa con una botta che il palo gli manda dentro. Sono solo 148, l’anno prossimo si dà decisamente l’assalto a Piola. LEGGENDA VIVENTE

(Dall’87° MURIQI 10 – Uè Tomori, guarda qui come si protegge palla. INDISPENSABILE)

INZAGHI 10 – Torna in panchina, e torna quasi la Lazio meravigliosa dell’anno scorso. Tornano i richiami degli arbitri sul suo essere praticamente in area di rigore, tornano le sue interviste afone, torna la Lazio bella. E tornano le imbruttiture nelle interviste. CI ERI MANCATO

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close