Search

Pagelle Lazio-Inter 1-1

Avevamo paura per questa partita, e facevamo bene. Più che altro per la nostra incolumità fisica.

STRAKOSHA 5 – Contro l’Atalanta aveva avuto poche colpe nonostante i 4 gol subiti, allora Tommy decide che se i colori degli avversari sono gli stessi, meglio cambiare tutto lui. E quindi sull’unico gol dell’Inter ha grandi colpe, anche se il tiro è ravvicinato e improvviso. Si sta rilassando un po’ troppo vista l’assenza di Proto. SEDERSI SUGLI ALLORI

PATRIC 10 – Chissenefrega della partita, ma che giocata ha fatto su Sensi? Patricio la rimette a posto lui. EROE DEI GIORNI NOSTRI

ACERBI 7 – Gioca contro quello che pare essere l’attaccante più forte di tutti i tempi, capace di segnare nell’intera scorsa stagione addirittura due gol in meno di quelli segnati solo in campionato da Immobile: Ace se lo mette in tasca, e confeziona un cross coi contagiri per la testa di Sergej. FAI TUTTO TE OH

RADU s.v. – Stefan ha 33 anni ormai, e non potrebbe più giocare 3 partite ogni 7 giorni. Ma in dirigenza non lo sanno, e Stefan continua a giocare tre partite in 7 giorni. VITTIMA DEL SISTEMA

(Dal 15° BASTOS 7 – Leggasi il voto di Acerbi: Lukaku cerca di giocare sulla destra per evitare il Leone, ma trova la Gazzella d’Angola che se lo intasca anche lui. Solo che Bartolomeu Jacinto non ci è abituato, e si fa male anche lui per solidarietà a Radu. NIENTE CRUMIRI)

(Dal 45° PAROLO 9 – Anni 36 quasi. Si reinventa difensore centrale per l’emergenza della squadra. Senza fiatare, senza una polemica, mettendoci solamente tutto il cuore. Forse ce ne servirebbero di più, di Marco Parolo. INSCÌ AVÉGHEN)

LAZZARI 7 – Hakimi, Hakimi, e nel primo tempo Manuel decide che deve far vedere che anche lui è capace di arare una fascia. Anche perchè, facile farlo giocando contro Marusic… Emozionante quando a metà primo tempo subisce un pestone e riceve le rincuoranti parole del suo mister “Manu, Manu, su su dai!” MAZZIATO

MILINKOVIC-SAVIC 7 – Sembra non esserci per tutta la partita, ma era la sua tattica: i difensori dell’Inter si dimenticano di lui e li punisce volando in cielo e segnando un gol molto molto molto difficile. Che solo lui potrebbe fare. Che emozione vederlo con quella fascia al braccio. RESTA CON NOI SERGÈ

LEIVA 5.5 – Non particolarmente lucido, sembra in dominio all’inizio della partita per poi calare, e riprendersi dopo. Subisce incredibilmente due tunnel, si attendono i ritrovamenti dei cadaveri degli incauti avversari. RABBIA

(Dal 79° ESCALANTE 6 – Entra per rimettere ordine, e già che c’è anche un po’ di legnate random. Non si fa pregare. LAW AND ORDER)

LUIS ALBERTO 6 – Vidal gli si francobolla addosso praticamente dagli spogliatoi, e Luis ne risente un po’ di questo affetto a tratti eccessivo. Però cosa gli vuoi dire, con la sua grazia riesce sempre a inventarsi qualcosa. GENIO A RIPOSO

(Dal 79° AKPA AKPRO s.v. – Perchè non avrebbe dovuto giocare, scusate? Dall’altra parte aveva iniziato dal primo minuto Gagliardini…C’È DI PEGGIO IN GIRO)

MARUSIC 5.5 – Ha contro Hakimi, e memori della sua grandissima prestazione contro l’Atalanta, siamo leggermente terrorizzati. Ci sorprende giocando solamente male, ci aspettavamo peggio. O forse solo perchè gioca una mezz’oretta… MEZZO SERVIZIO

(Dal 34° FARES 6 – Secondi passati dal suo debutto con la nostra maglia, 50. Giallo. Secondi passati dall’inizio del secondo tempo, 24, palla sanguinosa persa. Un voto in più di stima perchè non era facile debuttare dopo aver passato gli scorsi mesi nelle segrete di Villa San Sebastiano. #FREEFARES)

CORREA 6.5 – Nel primo tempo pare che non gli vada di giocare. Poi nel secondo tempo, quando si ritrova da solo là davanti, cerca di far impazzare in tutti i modi la difesa dell’Inter riuscendoci. Se avesse concluso meglio quella sua azione personale…CI SIAMO ABITUATI

IMMOBILE 5 – Insufficienza solo perchè a Vidal non gli ha fatto abbastanza male. Doveva prenderlo meglio. FAJE MALE CIRO

INZAGHI 6.5 – Non rinuncia alle sue tattiche e agli schemi ormai prefissati, forse a torto. Ma stavolta a ragione, visto che la squadra riesce a recuperare una partita che sembrava persa, e a tenerla in tutti i modi. E considerando la difesa che ha dovuto schierare nel secondo tempo, è lui il primo a lottare contro tutto. CONDOTTIERO

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close