Search

Pagelle Fiorentina-Lazio

Caceres 4, aveva regalato un rigore che per fortuna l’arbitro non ha visto, Badelj 5,poco coinvolt… Ah no, scusate.

STRAKOSHA 6 – Incolpevole sul tiro di Chiesa, per il resto solita partita di certezze tra i pali e incertezze in uscita. STRAK-EXIT

PATRIC 6,5– Guardare Patric è piacevole. Sia dal punto di vista estetico che calcistico eh, soprattutto nell’ultimo periodo in cui ci sembra decisamente in crescita. BELLO BELLO BELLO

ACERBI 6 – Forse sul gol c’è stata un’incomprensione, forse ha qualche responsabilità anche lui, forse da leader qual è doveva guidare meglio i suoi compagni di reparto in occasione del primo gol, forse è soltanto tutta colpa di Radu. ASSOLTO

RADU 5 – Il gol di Chiesa ce l’ha lui sulla coscienza. Non che il resto della partita vada molto meglio, tra cross sbagliati e altri errori. 5 DI INCORAGGIAMENTO

LAZZARI 6,5 – Il rigore non fischiato grida ancora vendetta. Caceres e Dalbert lo soffrono tremendamente, tanto che l’uruguagio ad un certo punto risolve la contesa con una delle sue armi migliori: l’infortunio. PUÒ NUOCERE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

MILINKOVIC-SAVIC 5,5 – Moscio. Dopo la partita di Glasgow era lecito aspettarsi qualcosa di più da Sergej, che in questo momento appare poco ispirato. Milinkovic che ti succede? E CHI LO SAVIC

(Dal 54°) PAROLO 5,5 – Entra per sostituire uno spento Milinkovic, non si dimostra certo brillante. OPACO

LEIVA 6 – Castrovilli prova a metterlo KO con un’entrataccia da dietro, Lucas resta a terra per più di tre secondi e tutti temiamo. Poi si alza e la vita torna a sorriderci. RINCUORANTE

LUIS ALBERTO 7,5 – Al Franchi lo spagnolo si sente a suo agio. Sempre propositivo, la Lazio riesce a coinvolgerlo e Luis sforna una delle migliori prestazioni della stagione, impreziosita dal rigore guadagnato nel finale. LUCCICANTE

LULIC 6 – Prende una scarpata sulla tempia spaventosa nel primo tempo e ne esce intontito. Non si nota molto la differenza tra il prima e il dopo e offre la solita partita confusa e senza un senso apparente. CONCETTUALE

(Dal 61°) LUKAKU 8– Non si fa vedere per mezz’ora, forse convinto di essere ancora infortunato. Poi lo avvisano che è in campo e al primo pallone utile va al cross e trova la testa di Immobile. Non contento, al 95° serve Luis Alberto in area che tira a botta sicura e guadagna un rigore. RISORTO

CORREA 7 – Riesce a non sbagliare un gol da solo davanti al portiere semplicemente dribblandolo. Poi se lo dimentica e ricomincia a mangiarsi gol davanti alla porta. BELLO E IMPOSSIBILE

(Dal 78°) CAICEDO 3 – COSÌ IMPARI A NON FARE NIENTE, RUBARE IL RIGORE A CIRO E SBAGLIARLO PURE. MICA L’HO PRESO AL FANTACALCIO PER FARSI FREGARE I RIGORI. GLACIALE

IMMOBILE 8 – Gioca un partitone tirando in porta solo una volta. Assist e gol, nel finale poteva anche segnare una doppietta SE CAICEDO SI FOSSE FATTO I FATTI SUOI. RICORDIAMO UN SOLO TIRO DI CIROSHA

INZAGHI 6,5 – La Lazio vince e dà un segnale importante dopo la sconfitta contro il Celtic. Anche se la sensazione di vedere sempre lo stesso film è stata forte anche oggi quando abbiamo visto la Lazio attaccare, non concretizzare e prendere gol, inserendo Lukaku mister Inzaghi risolve la partita e porta a casa una vittoria fondamentale.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close