Search

Pagelle Fiorentina-Lazio 0-3

Cediamo (in prestito) Muriqi e giochiamo meravigliosamente. Non può essere un caso.

STRAKOSHA 6.5 – Una sola occasione della Fiorentina e Thomas si fa subito trovare prontissimo a negare il prevedibilissimo gol all’esordio di Cabral, roba che rovina tutta la nostra tradizione. Questa cosa ci spezza completamente. INSUPERABILE

LAZZARI 6 – Tanta corsa, poche scelte apprezzabili però. Meravigliosa la costanza con cui negli ultimi metri riesce sempre a fare la cosa sbagliata Manuel, sei strepitoso, almeno ci dai certezze in questo mondo atroce. TANTISSIMO

(Dal 68° HYSAJ 6.5 – Entra, e subito dopo segniamo il gol che chiude la partita. Talismano assoluto. CHIMICA)

LUIZ FELIPE 7 – Gli fischiano contro un rigore perchè ha osato respirare in area di rigore. Che errore grossolano, eppure avrebbe dovuto capire che certe cose non se le può permettere finchè indossa questa maglia: evidente messaggio che se ne andrà. CIAO CIAO

PATRIC 10 – Gabarron titolare, e non subiamo gol. Guarda caso che coincidenza. Secondo gol che nasce da una sua invenzione magnifica. Guarda caso che coincidenza. SEI TU

MARUSIC 7 – Prepara questa partita con una semplice semplicissima mossa: riguarda tutte le partite giuocate da Radu contro Callejon e capisce cosa NON deve fare. E ci riesce alla perfezione. TUO PADRE, MIA MADRE, LUCIA

MILINKOVIC-SAVIC 7.5 – Minuto di gioco 50: punizione battuta a sorpresa da Luis Alberto che pesca solissimo Sergio in area, Milinkovic colpisce male e la palla va fuori. Passano quaranta secondi, cross di Sottil in area laziale e Milinkovic anticipa Duncan appoggiando comodo per Strakosha. Passano altri trenta secondi, e il lancio strepitoso di Zaccagni trova solissimo Sergio in area che segna. Tutto questo descrive meravigliosamente che giocatore fenomenale sia questo ragazzo serbo che, ricordiamo, non sposta di certo gli equilibri. VOGLIO AMARTI

LEIVA 6.5 – Sta invecchiando e si vede: ha bisogno dell’aiuto di un compagno per fare un fallo e prendersi il giallo. INVERNO DEI FIORI

(Dal 59° CATALDI 6.5 – Non ce n’è, quando entra lui detta un ritmo meraviglioso e tutta la squadra non perde mai un pallone. DOVE SI BALLA)

LUIS ALBERTO 9 – Una delle migliori tre partite giocate da Luis Alberto con questa maglia: partita semplicemente strepitosa. Non gliela toglie nessuno, fa sempre quello che vuole ed è la cosa migliore da fare, corre ovunque in tutto il campo tanto che a un certo punto pensavamo giocassero Luis Alberto e Romero Alconchel. Questa cosa che secondo troppi è sul mercato deve smettere. PERFETTA COSÍ

(Dal 76° BASIC 2 – Toma va bene ma quel gol l’avrebbe fatto anche Alfaro. Forse. BRIVIDI)

PEDRO 5.5 – L’unica insufficienza perchè quella simulazione è stata davvero orribile. Soprattutto perchè se devi farla così male allora tanto vale non farla eh. PEDRO

(Dal 59° ANDERSON 6.5 – Felipe stranamente non entra in campo depresso per la panchina iniziale ma pimpante, voglioso di far bene e prontissimo a dare una mano enorme in difesa ai compagni. ORA E QUI

IMMOBILE 7 – Non vede un pallone praticamente mai, ma sa che chi gioca con il Gabarron gioca con un campione: si inventa una grande finta di corpo per liberarsi e andarsene, e segnare così l’ennesimo rigore. Peccato per Biraghi che gli devia lui in porta l’altro rigore e gli nega la doppietta. OGNI VOLTA È COSÍ

ZACCAGNI 7.5 – Cosa si inventa sulla fascia lo sa solo lui: fa quello che vuole, servendo compagni lungo tracce e passaggi inimmaginabili per noi comuni mortali. E pensare che qualcuno qua non lo voleva. TI AMO NON LO SO DIRE

SARRI 8 – La partita più bella della Lazio di questa stagione, con una prestazione monumentale di tutti i calciatori. Vederlo che nemmeno esulta ai gol per tenere i giocatori tutti concentrati e sul pezzo ci ha gasato particolarmente. La Rivoluzione sta arrivando sempre di più. APRI TUTTE LE PORTE

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close