Search

Pagelle Atalanta-Lazio 0-2

Una prestazione cos’ì sontuosa non poteva che meritarsi delle pagelle altrettanto sontuose. Ed è per questo che non dovremmo farle.

PROVEDEL 0 – Io ho speso 40 euro per vedere la partita allo stadio, e sto qua non solo è potuto andare in campo, ma è persino stato pagato per assistere a questa partita senza fare niente. REDDITO DI CITTADINANZA

LAZZARI 7 – L’Atalanta sembrerebbe la squadra perfetta per lui, con il suo gioco continuo sulle fasce e la possibilità di correre correre correre. Purtroppo per lui lo sanno anche gli altri giocatori della Lazio, e per questo motivo lo ignorano puntualmente per tutto il primo tempo non servendolo mai quando parte in profondità, pensando che avrebbero perso la palla. CAVALLO DI TROIA

(Dal 75° HYSAJ 6,5 – Entra, si immola su una botta dal limite per evitare il gol avversario, ma decide anche di non infierire sprecando un contropiede al 90°. ODI ET AMO)

CASALE 7 – Luis Muriel è molto molto molto veloce, ma non sa che anche Niccolò lo è. Ed è anche grosso. Molto grosso. Talmente grosso che non lo superi mai. IL NUOVO UOMO GROSSO

ROMAGNOLI 7,5 – Era chiamato a fare un ulteriore passo in avanti di crescita, e lo compie senza problemi. Finalmente riesce a comandare la difesa e giocare perfettamente senza poter contare sul Gabarron al suo fianco. MATURO

MARUSIC 7,5 – Da anni Hateboer viene ritenuto uno dei migliori esterni del campionato. Poi puntualmente si scontra con re Adam, e finisce sempre così, con Adam che fa letteralmente quello che vuole sulla fascia, quando vuole, dove vuole. PROVA A PRENDERMI

MILINKOVIC-SAVIC 8 – de Roon prova a limitarlo nel più classico dei modi: riempiendolo di calci. Gliene dà talmente tanti che alla fine si fa male e deve uscire. de Roon. INUMANO

CATALDI 7 – Un anno fa iniziò qua a dettare legge nel centrocampo laziale, e dopo un anno siamo ancora qua, con Danilo a dettare legge e dominare tuto il centrocampo a Bergamo. ABITUDINARIO

(Dal 70° BASIC 6,5 – Non si nota quando entra perchè riesce a non far diminuire la qualità della partita generale. COLPO DI SCENA)

VECINO 7,5 – Preferisce talmente tanto lavorare nell’ombra e non prendersi la luce dei riflettori che sceglie di sporcare una prestazione monumentale divorandosi due gol. SIEMPRE HUMILE, ALEGRE

PEDRO 7,5 – Semplicemente incredibile per qualità e corsa alla soglia dei suoi 25 anni. Perchè ha 25 anni vero, sembra un ragazzino! CLONATELO

(Dall’84° CANCELLIERI 1 – Niente di personale ragazzo, ma a quanto pare dovresti essere tu il vice Immobile, quindi devi prepararti a dover fare 189 gol in tipo due partite. COMPITO FACILE)

ANDERSON 8 – Il voto è la media perfetta fra il 7 del suo numero di maglia e il falso 9 del ruolo che occupa: evidentemente giocare contro squadre con la maglia nerazzura lo fa esaltare e lo fa tornare ai tempi del 2015. VOGLIAMO IL PISA IN SERIE A

ZACCAGNI 7,5 – Ci mette cinque minuti a far impazzire Okoli, altri cinque per indirizzare il match con una giocata che ormai è entrata fissa nel repertorio: e dire che c’era qualcuno che rimpiangeva il suo acquisto. Chi può essere meglio di lui? CHIEDETELO ALLA NASTI

SARRI 10 – Nulla da dire, una prestazione così, contro una squadra ancora imbattuta e che da anni è una realtà importante del campionato che viene semplicemente annichilita. Senza l’attaccante titolare da 189 gol. E soprattutto senza il Gabarron. VATTENE

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close