Search

Lazio-Crotone sarà l’ultima partita di Inzaghi

Col Crotone finisce zero a zero. Muriqi colpisce una traversa allo scadere, mentre Musacchio si rifiuta di entrare in campo al 79° al posto di un ammonito. Serse Cosmi, uscendo dal campo su di giri, urla “ZITTI E BUONI” a una curva completamente deserta.

La sera stessa Luis Alberto su Instagram fa un post ambiguo pieno di punto interrogativi, seguito da un altro in cui fa yoga con la tuta del PSG e da un altro ancora con sfondo nero e HAHAHAahah scritto così. Simone Inzaghi viene esonerato il giorno dopo. Domenica 14 marzo 2021 comincia ufficialmente il Reja ter. Col Bayern la Lazio perde solo uno a zero. Colpisce il dato del possesso palla: non si vedeva una percentuale così bassa dai tempi di Reja. La classifica finale del campionato vede la Lazio settima e con la miglior difesa del torneo, se si escludono le prime 6 e la Samp. Immobile chiude con 20 gol, ma perde definitivamente il ballottaggio nazionale con Belotti (che nel frattempo ha trascinato il Torino alla salvezza). Reina scala nelle gerarchie a terzo portiere grazie al fatto che sa usare i piedi. Radu e Acerbi non saltano neanche un minuto di gioco, mentre a fine aprile si scopre che Armini è in realtà un bagnino di Anzio arrivato alla Lazio su raccomandazione dell’amico Romagnoli.

Dopo un inizio promettente – contro lo Spezia per esempio riesce perfino a battere bene un calcio d’angolo – Luis Alberto perde smalto e brocca dopo aver capito che gli schemi del nuovo allenatore non prevedono molto l’uso del pallone e non concepiscono nemmeno lontanamente l’esistenza di concetti quali mezzi spazi e verticalizzazioni. Milinkovic invece tiene botta, Leiva rinasce come un fiore a primavera e firma un rinnovo triennale. Akpa-Akpro viene spesso schierato al posto di Correa, alle spalle di Immobile, riuscendo peraltro a servire un pregevole assist di tibia nel pareggio esterno sul campo dell’Hellas Verona. Patric a maggio viene messo fuori rosa, apparentemente senza motivo. De Martino dirà sibillino ai microfoni di Lazio Style Radio: “Non possiamo più permetterci il lusso di anteporre l’Io al Noi. Ora la musica è cambiata”. Farris si incazza, Inzaghi non parla e si limita a qualche sporadica apparizione al Vigorito.

In estate è corsa a tre per la panchina tra Massimo Oddo, Marcelo Gallardo e Tommaso Rocchi. Alla fine la spunta quest’ultimo, dopo l’accordo dell’ex terzino con il Genoa e la rottura improvvisa con Gallardo. Pare che il tecnico argentino, poco prima di firmare, abbia chiesto a Lotito un difensore qualsiasi che non provenga dal mercato dell’est Europa e, soprattutto, di non far viaggiare la squadra con l’aereo per non minare la sensibilità di alcuni nuovi giovani calciatori (in realtà girano voci che vogliono lui, Gallardo, letteralmente terrorizzato dagli aerei). Tommaso Rocchi viene pesantemente insultato sotto tutti i post social di presentazione fatti dal club. Il falconiere di Olimpia viene licenziato per tagliare i costi.

Inzaghi a ferragosto diventa il nuovo allenatore dell’Atalanta. Prende il posto di Gasperini che è andato a Napoli per sostituire Gattuso, il quale a sua volta ha dovuto sostituire in fretta e furia Fonseca sulla panchina della Roma dopo il licenziamento per giusta causa del tecnico portoghese. Fatale la solidarietà espressa ai microfoni di Mangiante verso il connazionale Juan Bernabè.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close