Search

Grazie Radja

Sempre lui l’uomo del destino biancoceleste… Radja Nainggolan. Cambia la maglia ma non la sostanza: il belga è l’amuleto della Lazio per quanto riguarda la Coppa Italia. “Passiamo noi, fidate” una frase che è rimasta nella storia della stracittadina romana e risalente a quando il giocatore – due stagioni fa – dava per certo il passaggio del turno della sua Roma contro la Lazio. Le cose non sono poi andate così, lo sappiamo tutti, lo sa bene lui. E allora, il buon Radja, ce lo immaginiamo cosi nella lunga ed interminabile notte di San Siro: pallone in mano, sguardo fiero verso i compagni: “Lo segno, fidateve” e poi… Un rigore calciato alle stelle degno di un Ciccio Graziani in finale di Champions League.

Che dire, una gara giocata magistralmente dalla squadra di Inzaghi con tanta rabbia e con un bel gioco ritrovato. Una gara però che per un pelo non si stava trasformando nell’ennesima beffa. La sfortuna, un po come accaduto qualche giorno fa contro la Juve, sembrava stesse di nuovo per venirci a cullare tra le sue sporche braccia. Invece alla fine la Lazio ce la fa e vola in semifinale di Coppa Italia. A differenza di un anno fa, la lotteria dei calci di rigore è stata benevola alla nostra causa. E allora grazie ragazzi, grazie Lazio, ma soprattutto grazie Radja.

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close