Search

Pagelle Cagliari-Lazio 1-2

Un Cagliari-Lazio che non riesce ad appassionarci finché non si arriva all’85’, ma solo perché sapevamo che sarebbe arrivato il gol avversario. E adesso non c’è niente a dividerci dalla finale.

 

Proto 6,5 – Riesce a diventare l’uomo più odiato di Sardegna in soli 90 minuti di campionato italiano. Fa un miracolo su Deiola, sul colpo di testa di Pavoletti può poco. ESORDIO OK

Luiz Felipe 6 – Si traveste da Wallace rinviando in faccia a Joao Pedro, cosplay riuscito a metà perché il Cagliari non segna. Non riesce a far rimpiangere il connazionale, ma non ci sarebbe riuscita neanche una sedia in campo. PRONTO A TORNARE IN PANCA?

Acerbi 6,5 – Ha quasi annoiato con questo bel gioco, ma per favore ti prego non smettere di annoiarci. ASSONNATI E FELICI

Radu 5,5 – Rientro non proprio brillantissimo, sulla grande occasione di Deiola non marca nessuno e si fa beffare da un cross lento. Vero aspetto positivo della sua partita il giallo che gli costa la squalifica contro il Bologna. LUNGIMIRANTE

Dal 73′ Bastos 5,5 – Probabilmente l’indicazione di Farris era “spazza tutto lo spazzabile”. Però si era dimenticato di dirgli come marcare Pavoletti, che lo fa sembrare piccolo piccolo. UOMO GROSSETTO

Marusic 6,5 – Incredibile ma vero, c’è il suo marchio su entrambi i gol. Bel passaggio arretrato sul primo, filtrante intelligente e fortunatello per Luis Alberto nell’azione del secondo. PER UNA VOLTA UTILE

Parolo 6,5 – Sempre bello vederlo in campo dal primo minuto, è come un vecchio amico con cui fa sempre piacere prendere una birra. E a cui ogni tanto parte la nave e tira pallonate violente verso la porta avversaria. IL BUON VECCHIO CHARLIE PAROLO

Badelj 7 – Il ritmo della partita si presta alle sue caratteristiche e lui ci sguazza con naturalezza. Prende una traversa clamorosa, Immobile commenta: “Pivello”. MORE THAN A RISERVA

Dal 62′ Cataldi 6,5 – Ormai gioca con un’altra maturità, questa stagione per lui è stata utilissima. Potrebbe diventare davvero un elemento importante per i prossimi anni. BRAVO A PAPA’

Luis Alberto 6,5 – Sul sinistro oggi monta un ferro da stiro, per fortuna per il gol gliela mettono sul destro. Serve a Correa un pallone coi fiocchi per lo 0-2, vuoi o non vuoi sui gol c’è sempre il suo zampino stasera.

Dall’84’ Immobile NG – Vorremmo vederlo segnare quasi più di quanto vorremmo vedere la Lazio in Champions League. CHEST’E’ CIRU’

Lulic 6,5 – Bello quando manda lungo Cacciatore con un tunnel, ancor più bello quando crossa tentando la trivela e andando vicinissimo a rompersi il crociato. IL SOLITO FUORICLASSE

Correa 7 – Ha un altro passo, soprattutto davanti a questo Cagliari. Torna al gol in campionato dopo un sacco di tempo, impensabile fare a meno di lui in questo momento. Che mercoledì sia la sua partita. TUCUMANDACI

Caicedo 6,5 – Parolo gli nega il gol e lui si deprime un po’. Non se lo aspettava proprio da Marcolino. Per lui è la partita da uomo sponda, tra le vesti che più gli si addicono. SEMPRE UTILE

Inzaghi 6,5 – La Lazio vince una partita in cui i tre punti erano quasi dovuti, con tutto il rispetto per l’avversario, e lo fa con qualche rotazione. Eppure, delle indicazioni dovrebbero arrivare anche a lui: Correa e Caicedo sono la miglior coppia d’attacco in questo momento, Luiz Felipe cagate non ne fa, Badelj è un giocatore normodotato. Ora c’è la Coppa Italia da vincere, che questo non sia stato un turnover. ESSI CORAGGIOSO SIMO

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close