Search

Cosa ha detto veramente Cionek a Guida

Ieri è successo qualcosa di assurdo. Mai visto. Qualcosa che speravamo non dovesse accadere mai, fuori dal comune, dalla provincia, dalla Nazione, dal continente e dal mondo. Forse anche dalla Terra e dall’universo. Cose del genere non dovrebbero succedere nemmeno negli universi paralleli. Scandaloso, veramente scandaloso schierare Durmisi nel secondo tempo sperando che cambiasse la partita. Assurdo.

Ah già, è vero, è successo anche che la Lazio dopo l’impresa a Milano contro l’Inter con una partita perfetta non è riuscita a fare un tiro in porta a una Spal ben messa in campo. Però dai, a una Spal, una Spal. Una squadra che vuole andare in Champions può permettersi questi arresti a poche partite dal termine? E poi ci sarebbe anche la ciliegina sulla torta, un episodio curioso, paranormale, incredibile: Patric a pochi minuti dal termine tocca Cionek in area, l’avversario cade a terra e sapendo di essere in diffida prontamente si alza e si rivolge all’arbitro dicendo “Nono, non è rigore, non ammonirmi per favore, ammetto che non è rigore”. L’arbitro però, a primo impatto, sembrava aver assegnato il rigore. Ma dopo la confessione di Cionek lo ha comunque ammonito per simulazione assegnando calcio di punizione alla Lazio. A quel punto interviene il VAR, il caro VAR, che richiama l’arbitro a visionare l’episodio. Minuti di ansia…RIGORE PER LA SPAL.

Detto così sembra assurdo, ma infatti non è andata in questo modo. Cionek ha detto altro all’arbitro Guida, precisamente una di queste cose:

Nono, io non resisto così, l’attesa mi distrugge

E come biasimarlo. Nel mese di aprile uscirà la tanto agognata ottava stagione di Game Of Thrones, seguita solo dieci giorni dopo dal capitolo finale di Avengers con Endgame. Non prendiamoci in giro, l’attesa per il mese di aprile è solo questa. Chissenefrega se la Lazio vince o perde.

 L’inverno sta arrivando, la Champions sta sfuggendo.

Nono, l’essere è e non può non essere, il non essere non è e non può essere

Sì, molto bella la citazione di Parmenide, ma quindi è rigore e deve essere assegnato o non può esserlo?

Nono, Floccari non ve lo diamo

Un pensierino non si poteva non farlo dopo la prestazione di ieri di Immobile, una delle peggiori da quando è alla Lazio. Scambio Floccari-Ciro, perché no?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sergio Floccari (@sergio_floccariofficial) in data:

Nono, è inaccettabile il crollo degli ordini industriali tedeschi a febbraio del -4,2%, che su base annua si sono flessi dell’8,4%, mai successo negli ultimi dieci anni.

Naaah, troppo lunga.

Nono, non ho idea di che fine abbia fatto Berisha

E nemmeno noi. Doveva essere il rinforzo in più a centrocampo e invece dopo qualche prestazione saltuaria spesso entrando a partita in corso non ha più trovato spazio, troppe volte condizionato da infortuni e precaria forma fisica.

Però almeno ha già giocato di più di Morrison e Leitner messi insieme, si può essere soddisfatti.

Nono, non ho pianto quando ho visto Dumbo

Sì vabbè dai, chi ci crede. Sarebbe più credibile un rigore per la Spal.

Ao e basta un po’!

Nono, il nono posto si merita la Lazio

E in parte, nei momenti di rabbia, lo pensa anche il tifoso laziale. Come si fa a rincorrere la Champions, vincere in trasferta contro l’Inter dopo una stagione di più bassi che alti e poi accontentarsi di un pareggio contro la Spal? Non sarebbe ugualmente andato bene, ieri servivano i 3 punti e la Lazio non meritava di prenderli. Le scuse erano finite, non c’era più tempo per sbagliare.

L’Intertoto si gioca ancora?

Write a response

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Laziocrazia.eu © Copyright 2018. All rights reserved.
Close